La gravidanza in UK

Ho scoperto di essere incinta a luglio 2017 ed ero al settimo cielo. Non vedevo l’ora di gridare al mondo la mia gravidanza  (dopo ben due anni di tentativi). Mi sono poi subito dopo accorta che trascorrerla lontana da mia mamma (che abita a Milano) era un po’ una situazione strana e anche un po’ triste. Sono a Londra da più di dieci anni, ma mi sentivo insicura. E se non capivo cosa mi dicevano le ostetriche? Che tipo di esami si fanno qui? Come funziona?

www.mammadigitale.com

www.mammadigitale.com

Qui vi descrivo la mia esperienza, aggiungendo un sacco di dettagli cosicchè vi possa aiutare in caso vi serva.

E dopo il test di gravidanza che cosa si fa?

Dopo aver fatto circa 5/6 test di gravidanza a casa (ovviamente con brand diversi, perchè non si sa mai – in realtà questo era quello più attendibile), mio marito mi suggerisce di andare dal GP.

Siccome era estate, era quasi impossibile trovare un appuntamento. Dopo ben 7 settimane (e io che speravo di essere visitata dopo la seconda) la sostituta del mio GP mi vede. Nel senso che mi sono seduta e questa mi guardava e basta. Niente test di. gravidanza (almeno quello delle urine?!), niente prescrizione per un esame del sangue. L’unica cosa che mi chiede è dove voglio andare a partorire. Ero arrabbiata, confusa. Nessuno mi aveva detto che avrei dovuto scegliere subito. Mi sono fatta dare la lista degli ospedali e ho poi richiamato dopo qualche giorno.

Da quel momento speravo di poter incontrare la mia midwife (ostetrica) o ginecologa che mi avrebbe seguito durante i 9 mesi. Ma no, sono stata visitata da un sacco di midwives diverse – tutte ovviamente scrivevano le note sul mio “yellow book”.

www.mammadigitale.com

www.mammadigitale.com

La prima visita

Il primo appuntamento con la midwife è stato abbastanza lungo (un paio di ore). Mi ha fatto un sacco di domande sul mio lifestyle, malattie in familia, possibilità di avere gemelli. E poi (finalmente) esame del sangue, prova della pressione ed esame delle urine. Se potete, andate a questa visita con il vostro partner perchè ci sono un sacco di domande che lo riguardano.

Il cosiddetto “yellow book” con tutte le note sulla tua gravidanza verrà  poi trattenuto dall’ospedale una volta che avrete partorito. Il neonato riceverà  poi un libretto rosso con tutte le vaccinazioni / peso etc. (Il “red book”).

Se non parlate bene l’inglese potete sempre chiedere la presenza di un interprete. Non ne ho mai usufruito, ma ho visto diverse persone usare il servizio e devo dire che sono molto efficienti.

Se non siete ancora registrate con un GP, fatelo subito. Qui potete trovare maggiori informazioni.

Le ecografie

Per quanto riguarda le ecografie in gravidanza, in Inghilterra ne fanno solo due: una alla dodicesima settimana e l’altra alla ventesima (qui potete sapere il sesso del nascituro).

Io ne ho effettuate altre private perchè volevo essere sicura che ‘andasse tutto bene’ e perchè ero curiosa di sapere il sesso (una femmina, ma volevo esserne sicura prima di comprare il guardaroba!).

gravida

www.mammadigitale.com

Quali sono i miei diritti?

1 Il Maternity Exemption Certificate: vi dà  diritto a prescrizione di medicinali e trattamento dentistico gratuiti fino al complimento del primo anno di vita del vostro bambino;

2 Il Child Benefit di £20.70 alla settimana (più £13.70 per ogni altro figlio). Il limite del vostro income deve essere meno di £50000 all’anno, altrimenti dovete pagare una tassa. Sul sito del governo trovare tutte le info su famiglie che si separano, single parents ecc.

Leggi anche:

Il parto cesareo in UK

Il parto con l’hypnobirthing

3 libri per mamme incinta

Come ritrovare l’equilibrio psico-fisico post partum

Follow:

1 Comment

Rispondi

Translate »
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: