Vita da mamma expat: Intervista a Giovanna, fondatrice di Babyccino Club

Intervista a Giovanna

In questa sezione del sito mi occupo di intervistare mamme italiane che vivono in UK. Sono interessata a condividere esperienze per incoraggiare e motivare altre mamme che si sentono spaesate, sole e demotivate.

In quale zona abiti e da quanti anni vivi in UK?

Da 10 anni vivo in SW16, ma molti di piu’ in UK.

Come mai ti sei trasferita dall’Italia? Qual e’ la tua storia?

Mi sono laureata in Lingue straniere in Italia poi ho vinto una borsa di studio per corsi postlaurea all’estero e sono cosi’ approdata all’universita’ di Leicester dove ho fatto un Master in letteratura inglese. Dovevo essere qui per un anno, poi sarei dovuta tornare a fare un PhD in Italia. Invece poi, per caso, ho iniziato ad insegnare italiano nella stessa universita’ e sono rimasta.

Di cosa ti occupi? 

Dopo aver insegnato diversi anni all’universita’ e con il comitato scuole italiane, il mio interesse si e’ rivolto ai bambini in eta’ prescolare. Questa passione e’ nata con la nascita della mia seconda bimba che si rifiutava di parlare italiano. Cosi’ nasce Babyccino. Una riunione settimanale di mamme, papa’, nonni italiani e non, per incentivare l’uso della lingua italiana e rafforzare il senso di appartenenza alla nostra ricca e colorata cultura. Il gruppo è stato sempre un grande supporto per le mamme sole in uk. Mamma Digitale Babyccino

I bambini e le loro favolose famiglie con il loro fantastico mix culturale, i loro input e la loro passione rendono Babyccino una extended family. Mi danno un’energia di cui non posso fare a meno. Ogni volta che un bambino mi fa un sorriso, un gesto, o dice una parolina, io salto di gioia, mi riempio di orgoglio a vedere come questi piccoli che vedo una volta a settimana, mi corrono incontro e voglio cantare e ballare con me. E’ semplicemente fantastico vedere il cambiamento in bambini che vengono regolarmente. Gran parte di loro sono trilingue e non parlano molto italiano a casa eppure riconoscono suoni, parole e rispondono a comandi, cantano….anche se non parlano loro cantano, imparano senza fatica ma con amore perche’ si divertono.

Dico sempre a genitori disperati, di aver fede e fiducia nella capacita’ intellettuale dei loro bimbi. Non vi arrendete continuate a cantare a leggere a parlare perche’ un giorno, molto presto riceverete una gran bella sorpresa. I miei 3 figli sono esempi di come tutti impariamo in modo diverso ma tutti possiamo ottenere buoni risultati. Il mio piccolo ha appena compiuto 5 anni e fino al mese scorso si rifiutava di parlare italiano. Capiva tutto, ma rispondeva sempre in inglese. Non mi importava perche’ mi capiva, poi tutto ad un tratto ha iniziato a parlare italiano, non vi dico la soddisfazione! Genitori, nonni, nannies, questo e’ un gran dono che voi fate ai vostri bimbi e loro ve ne saranno sempre riconoscenti.

Come sei riuscita a trovare altre mamme italiane?

All’inizio con molta difficolta’. Ero circondata da mamme francesi, in tutti i gruppi che frequentavo non incontravo mai mamme italiane. Non sentivo parlare italiano….mi sentivo sola. Poi ho incontrato le mamme dell’ Italian Playgroup a Wimbledon, da cui e’ nato Babyccino, e la nostra vita e’ cambiata!

Hai trovato difficoltà a gestire gravidanza e maternità in un paese straniero?

Non affatto. Tre gravidanze tutte diverse, tutte a loro modo difficili e con parti complicati ma ho sempre ricevuto un’ottima assistenza.

Cosa ne pensi di Brexit? Hai qualche timore per quello che concerne la tua permanenza (e quella della tua famiglia) in UK?

Penso che ci sia ancora molto da fare. Al momento non mi voglio preoccupare voglio avere tutti i fatti ben chiari prima che possa decidere che fare.

Hai qualche consiglio per qualche mamma che si e’ appena trasferita, o ha intenzione di trasferirsi in UK?

State tranquille che tutto si risolve ma non abbiate paura di chiedere, qualsiasi dubbio o incertezza chiedete, c’e’ sempre qualcuno che vi aiutera’. Non dimenticate mai la vostra provenienza e siate sempre orgogliose della vostra cultura.

Grazie mille Giovanna!

Se anche tu vuoi raccontare la tua storia, contattami o scrivimi una mail a ciao@mammadigitale.com

Leave a Reply