Vita da mamma expat: Intervista alla business woman Alessandra

Intervista ad Alessandra

In questa sezione del sito mi occupo di intervistare mamme italiane che vivono in UK. Sono interessata a condividere esperienze per incoraggiare e motivare altre mamme che si sentono spaesate, sole e demotivate.

In quale zona abiti e da quanti anni vivi in UK?

Abito in West London, ad Hammersmith da più di tre anni.

Come mai ti sei trasferita dall’Italia? Qual e’ la tua storia?

l motivo principale è stata dare un opportunità ai miei figli che a quei tempi avevano 9 e 11 anni. La seconda motivazione altrettanto forte è stata creare qualcosa di bello in un posto dove le opportunità di fare business sono ancora alte.

Di cosa ti occupi? alessadra mamma digitale expat

Sono la fondatrice del brand “Shades the Italian hairdresser in Uk”. Il nostro sito e’  www.joelleshades.co.uk . In Italia abbiamo una grande passione bellezza, cura dei capelli; scommetto che chi ci legge e le loro mamme in Italia andavano ogni settimana o quasi dal parrucchiere di fiducia. Qui non esisteva fino a quando siamo approdati noi. In breve quello che voglio fare è portare sul territorio UK tutto quello che abbiamo di buono nel mio settore: le belle abitudini di curarsi e avere tempo per se stessi, scegliendo la qualità, la professionalità al prezzo migliore; proprio come in Italia. Il nostro diamante è lo shades color con il quale riusciamo ad ottenere tutte le più belle sfumature senza cambiare il colore di base della cliente. Questo assicura il rispetto del capello e una maggiore durata del colore senza alcuna schiavitú per la ricrescita.

Come sei riuscita a trovare altre mamme italiane?

Tra le mie clienti e ne ho tantissime!

Hai trovato difficoltà a gestire gravidanza e maternità in un paese straniero?

La maternità qui è facile se ritagli del tempo. I miei figli sono grandicelli ma hanno ancora bisogno della presenza dei genitori. Le difficoltà chiaramente non mancano ma l’importante è riservare dei tempi per la famiglia.

Cosa ne pensi di Brexit? Hai qualche timore per quello che concerne la tua permanenza (e quella della tua famiglia) in UK?

Mi capita spesso di parlare con le nostre clienti inglesi e non della Brexit; allo stato attuale per noi non penso ci saranno problemi anche se sicuramente stanno ponendo dei limiti all’arrivo di ulteriori persone. Un effetto che può ripercuotersi sulla mia attività potrebbe essere relativo al personale. Noi assumiamo stilisti solo italiani che escono dalle nostre scuole perché nel nostro concept siamo la cultura e professionalità italiana. Io faccio sempre l’esempio di quando entri in una pizzeria (con fuori scritto italiana) e poi trovi gente di altre culture che vende un prodotto ben lontano dal nostro.

Hai qualche consiglio per qualche mamma che si e’ appena trasferita, o ha intenzione di trasferirsi in UK?

Il mio consiglio è di fare le cose passo passo; e chiedere consiglio a gruppi di mamme che prima di loro hanno avuto la stessa esperienza; è una bella sfida ma ci si riesce!

Grazie mille Alessandra!

Se anche tu vuoi raccontare la tua storia, contattami o scrivimi una mail a ciao@mammadigitale.com

Rispondi